Chi Siamo

La nostra storia, il nostro team, la nostra selezione!

Sin dal 1800

La Nostra Storia.

Dagli albori ad oggi

L’azienda agricola, con oltre 18 ettari di estensione, è il cuore del nostro lavoro, ed è nei meravigliosi terreni di proprietà della famiglia Calce che nasce, nel 1800 a Galluccio, comune dell’alto casertano, la nostra storia.

Leggi di Più

Vedere per Credere

Il Team.

Professionisti al vostro servizio

L’azienda tenuta Leonardo si caratterizza per l’attenta selezione di prodotti, principalmente appartenenti al territorio campano e, alle selezioni di pregiate uve, affiancherà nel breve periodo anche altri prodotti quali Olio, Castagne, marmellate e confetture, tutte sapientemente studiate e lavorate da un team di esperti per garantire e offrire una selezione d’eccellenza.

Pasquale Calce

Titolare dell'Azienda

Antonio Marandola

Responsabile delle Coltivazioni

Gianfranco Calce

Responsabile delle Coltivazioni

Giacomo Mignacca

Responsabile di produzione

Oltre due secoli di storia

Il Territorio.

La nostra tenuta

L’orografia del territorio e la sua favorevole esposizione prevalente dei vigneti, localizzati in zone  particolarmente vocate alla coltivazione della vite, concorrono a determinare un ambiente adeguatamente ventilato e luminoso, fattori che non potranno che assicurare produzioni di elevata qualità. Nella selezione delle aree di piantagione sono stati privilegiati solo i terreni con una buona esposizione ed adatti ad una viticoltura di qualità. Grazie a queste caratteristiche morfologiche, si produrranno vini dal carattere deciso e con una spiccata personalità, tipica ed assai simile alla tradizione della famiglia Calce.

I vigneti 

Coniugando le tecniche colturali tradizionali con i moderni procedimenti, e per migliorare il valore delle uve, Pasquale ha intuito la necessità di modificare la produzione nel metodo di coltivazione, avviando la disposizione a Filari, e piantando nuovi vitigni di Aglianico e Falanghina, la cui produzione è attesa già decorrere dal 2016.

“Presto, portami un bicchiere di vino, in modo che io possa bagnare la mia mente e dire qualcosa di intelligente”

Aristofane